Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

Earth Overshoot Day: da oggi l’umanità è in debito con la Terra

29 Luglio, 2021

A partire da oggi l’umanità inizierà a consumare le risorse messe a disposizione dal pianeta per il prossimo anno


Secondo il Global Footprint Network l'Earth Overshoot Day 2021, ossia il giorno in cui l’umanità ha esaurito le risorse messe a disposizione dal pianeta per l’anno in corso, è caduto il 29 luglio (per l’Italia l’Overshoot Day è stato il 13 maggio), in anticipo rispetto allo scorso anno, in cui era stato il 22 agosto. Tale differenza temporale è stata dovuta al fatto che nel 2020 la pandemia di Covid-19 ha costretto il mondo intero ad adottare lockdown praticamente in quasi tutti i settori economici. Perciò, a partire da oggi e fino alle fine dell’anno, l’umanità si troverà a vivere in una situazione di “deficit ecologico”. Stando ai dati presentato dal think tank internazionale, la popolazione mondiale utilizza il 74 per cento in più di risorse rispetto a quello che gli ecosistemi terrestri sono in grado di rigenerare ogni anno, ovvero le risorse pari a 1,7 pianeti. Tale data viene calcolata sulla base del numero di giorni che la biocapacità della Terra può fornire per l'impronta ecologica dell'umanità (Figura 1). Fra i fattori principali che hanno concorso alla scelta della data del 29 luglio, sono da menzionare l’aumento delle emissioni di carbonio e la perdita di biocapacità forestale, causata da deforestazioni e incendi.

 

Figura 1. Earth Overshoot Days dal 1970

 

La Cop26, la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, che si terrà a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre, avrà come obiettivo prioritario quello di ottenere l’impegno da parte di ciascuno dei 193 Stati aderenti di tagliare le emissioni di gas serra fino a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Questa è infatti l’unica strada percorribile per ridurre il rischio di un aumento di fenomeni quali alluvioni improvvise, siccità, temperature elevate e scioglimento dei ghiacciai.


Per approfondire:

 

Note:

  • Impronta ecologica: è un indicatore  per valutare il consumo umano di risorse naturali rispetto alla capacità della Terra di rigenerarle attraverso la fotosintesi.
  • Biocapacità: rappresenta la misura di quanto gli ecosistemi sono in grado di rigenerare in termini di risorse naturali. La biocapacità è espressa in termini di ettari globali a persona, quindi dipende dalla popolazione umana. L’assorbimento di CO2 rappresenta uno degli usi delle risorse che competono per la biocapacità del pianeta.