Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

World Water Day: il tema di quest’anno è il valore dell’acqua per la dignità umana

22 Marzo, 2021

Almeno quattro miliardi di persone nel mondo vivono in condizioni di carenza idrica per almeno un mese all’anno e un quarto della popolazione mondiale è priva delle infrastrutture necessarie a garantire un sicuro accesso all’acqua. Il cambiamento climatico peggiora la situazione causando migrazioni e conflitti


Quanta acqua consuma l’Europa

L'acqua rappresenta una risorsa preziosa per l’agricoltura, la salute umana, la produzione di energia, la conservazione della natura e i trasporti. Nell’Unione europea i consumi di acqua sono principalmente dovuti alla produzione di energia (44 per cento), all’agricoltura (24 per cento), all’approvvigionamento idrico pubblico (21 per cento), all’industria e al settore dei servizi (11 per cento), e si registrano significative differenze da regione a regione. Nell’Europa meridionale, ad esempio, l’agricoltura rappresenta oltre la metà del consumo complessivo di acqua, mentre nell’Europa occidentale oltre il 50 per cento dell’acqua estratta è destinata alla produzione di energia per il raffreddamento delle centrali elettriche. Occorre sottolineare poi che mentre il 100 per cento dell’acqua destinata al raffreddamento delle centrali elettriche viene ripristinata in un corpo idrico, il recupero di acqua usata per le coltivazioni agricole e il bestiame arriva irreversibilmente al 30 per cento dell’acqua consumata. Inoltre, sono ancora significative le perdite registrate nei sistemi di distribuzione di acqua dolce che, secondo stime dell’Unione europea, raggiungono percentuali vicine al 40 per cento.

 

Il cambiamento climatico peggiora la situazione

Attualmente, almeno 4 miliardi di persone vivono in condizioni di forte carenza idrica per almeno un mese all’anno, mentre un quarto della popolazione mondiale affronta situazioni di carenza idrica a causa della mancanza di infrastrutture  necessarie a garantire un sicuro accesso all’acqua (Mekonnen e Hoekstra, 2016). Si prevede un peggioramento della situazione a causa del cambiamento climatico che, nei prossimi anni, aumenterà lo stress idrico a livello globale (Figura 1).

 

Figura 1. Stress idrico annuale delle risorse idriche a livello mondiale.

Nota: lo stress idrico di base misura il rapporto tra i prelievi idrici totali e le risorse idriche rinnovabili disponibili. Valori alti (in rosso) indicano forteconcorrenza tra leutenze.Fonte: modificato da The United Nations world water development report 2020: water and climate change. UNESCO per conto di UN-Water.

 

La crescita demografica e la forte urbanizzazione rendono ancora più vulnerabile l’approvvigionamento idrico. Si stima che entro il 2050 almeno 685 milioni di persone che vivono in oltre 570 città del mondo dovranno fare i conti con una riduzione della disponibilità di acqua dolce di almeno il 10 per cento. Secondo le Nazioni Unite la scarsità d'acqua potrebbe colpire 5 miliardi di persone entro la metà del secolo e tale stima potrebbe essere ulteriormente aggravata dalle conseguenze del cambiamento climatico. Si prevedono perdite fino al 6 per cento del PIL in alcuni Paesi del mondo e un considerevole aumento delle migrazioni climatiche e dei conflitti (FAO/World Bank Group, 2018).

 

Il Green Deal punta ad una gestione sostenibile dell’acqua

Nell’Unione europea il problema dello stress idrico è oggetto del Green Deal, il piano di investimenti finalizzati a rendere l’Europa il primo continente climaticamente neutrale entro il 2050. L’acqua svolge poi un ruolo centrale nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile (Obiettivo 6: “Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie”) e trasversale, in quanto essenziale per altri Obiettivi. In tale contesto il World Water Day, che ricorre ogni 22 marzo (è stato istituito nel 1992), simboleggia l’impegno degli Stati membri dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite di promuovere iniziative volte a sensibilizzare la collettività sul valore dell’acqua e ad affrontare con azioni concrete i rischi sociali, economici e ambientali derivanti da una scarsa disponibilità di tale risorsa.


Per approfondire:

  • Mesfin M. Mekonnen and Arjen Y. Hoekstra. Four billion people facing severe water scarcity. Sci. Adv. 2016; 2:e1500323.
  • The United Nations world water development report 2021: valuing water. UNESCO World Water Assessment Programme. ISBN:978-92-3-100434-6.
  • “Food and Agriculture Organization of the United Nations; World Bank Group. 2018. Water Management in Fragile Systems: Building Resilience to Shocks and Protracted Crises in the Middle East and North Africa. Cairo: FAO and World Bank. © FAO and World Bank. https://openknowledge.worldbank.org/handle/10986/30307 License: CC BY-NC-ND 3.0 IGO.