Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

Storie economia

15/10/2018

Panta Rei (Lago Trasimeno), associazione non profit che ha realizzato un ecovillaggio completamente sostenibile utilizzando legno, terra cruda, sughero, paglia, pietra e canna di lago; Bioxplosion di Pisa che converte il letame di cavallo in vermicompost; Rifò di Prato che produce capi e accessori di alta qualità, realizzati con fibre tessili 100% rigenerate; Junker, un'app che aiuta a fare la raccolta differenziata sono alcune delle storie raccontate dai concorrenti del Concorso Storie di Economia circolare e mappate dal primo Atlante Italiano di Economia Circolare, promosso da Ecodom, il principale Consorzio italiano per il recupero dei RAEE e CDCA, il primo Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali in Italia. Oltre 16.000 utenti hanno votato fino al 20 settembre le opere in gara tramite il sito web (www.economiacircolare.com). Le storie sono state raccontate da 118 storyteller utilizzando 4 modalità espressive (video, foto, radio e scrittura).

Sono già oltre 160 le esperienze raccolte e mappate che basano la loro attività sul riutilizzo delle risorse, sulla riduzione degli sprechi, sulla diminuzione dei rifiuti, sulla reimmissione nel ciclo produttivo di materie prime recuperate (seconde), sul reinserimento sociale, ecc. La piattaforma web geo-referenziata e interattiva rappresenta il primo archivio nazionale che censisce e racconta realtà economiche e associative capaci di applicare i principi dell'economia circolare.

La Lombardia guida la classifica con il 20,6% delle esperienze mappate, seguita a poca distanza dal Lazio (20%), dalla Toscana (19%), dall'Emilia Romagna (10%) e Veneto (5,3%). Roma è la città più virtuosa con 24 storie, seguita da Milano con 18. Bologna e e Firenze a pari merito con 7, Brescia, Genova e Pisa con 5 e Catania, Salerno e Vicenza con 4. 

Le votazioni del pubblico saranno integrate con il giudizio tecnico di una giuriaformata da esperti del mondo dell'informazione e della cultura, come Andrea Segre, regista di film e documentari per i video, Giulia Tornari, dell'agenzia fotografica Contrastoper le foto, Florinda Fiamma, giornalista culturale per la radio, Giuseppe Rizzo, giornalista di Internazionale per la scrittura. La giuria sarà assistita nel suo lavoro da un rappresentante di CDCA e del Comitato Scientifico per certificare i requisiti di circolarità individuati.

I nomi dei finalisti saranno pubblicati all'inizio di novembre. L'evento di premiazione, durante il quale verranno proclamati i vincitori, si terrà ad un anno esatto dal lancio del progetto, l'11 dicembre prossimo, a Roma.

Alla realizzazione dell'Atlante Italiano di Economia Circolare hanno contribuito anche Poliedra, Consorzio del Politecnico di Milano che svolge attività di ricerca nei settori della valutazione ambientale e della sostenibilità, A Sud, associazione indipendente impegnata nella tutela e nella giustizia ambientale, Ecosistemi, fondazione specializzata in strategie per lo sviluppo sostenibile, Banca Popolare Etica, istituto creditizio ispirato ai principi di trasparenza ed equità e Zona, associazione di reporter e photo editor di fama internazionale.

Il Concorso è patrocinato dal Ministero dell'Ambiente e dall'Ordine Nazionale dei Giornalisti.

premi in palio sono sponsorizzati da Banca Popolare Etica.
 

STORIE IN CONCORSO