Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

III 3.3 Esempi di riduzione della deriva in vigneti e frutteti

La fondazione Edmund Mach ha effettuato una sperimentazione sulla deriva in frutteti e vigneti durante gli anni 2009 – 2013 con i seguenti obiettivi:

  • Individuazione di sistemi di riduzione della deriva che si adattino alla frutticoltura e viticoltura trentine garantendo l’efficacia biologica dei trattamenti;
  • Stima delle dispersioni durante un trattamento fitosanitario e confronto fra diverse modalità di applicazione;
  • Valutazione dei miglioramenti ottenibili con dispositivi antideriva (ugelli, convogliatori e sistemi di direzionamento del flusso d’aria);
  • Valutazione dei miglioramenti ottenibili attraverso la corretta regolazione dell’attrezzatura impiegata.

Una buona riduzione della deriva si è ottenuta applicando in contemporanea le seguenti modalità operative:

  • impiego di ugelli ad iniezione d’aria con una adeguamento dei parametri operativi;
  • utilizzo di sistemi di esclusione laterale del flusso;
  • applicazioni solo in condizioni climatiche adeguate (assenza di vento, temperature miti);
  • presenza di barriere fisiche naturali (tipo le siepi) o artificiali (tipo reti).

Dalla sperimentazione si è inoltre osservato che:

·  anche in annate particolarmente impegnative per la difesa fitosanitaria l’efficacia biologica non è stata compromessa con l’impiego degli antideriva;

  • è stato necessario porre particolare attenzione alla manutenzione/pulizia degli ugelli e dei filtri per ottimizzare i risultati d’efficacia
  • è opportuno usare volumi d’acqua non eccessivamente ridotti (consigliabile non scendere sotto i 400 l/ha su melo e pergola doppia)

Le condizioni di sperimentazione espresse nel dettaglio sono visibili nell’allegato.

Vedi allegato


vai a  Indice generale 

 

 
Allegati: