Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

II 2.8 Progetti in corso sul risparmio idrico

 

Dal 2009 l’ANBI (Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni) ha promosso il progetto "Irriframe", brevettato dai Consorzi di Bonifica Italiani, al fine di fornire alle aziende agricole uno strumento preciso per una pratica irrigua ottimale, imprescindibile per l’ottenimento di produzioni agricole economicamente sostenibili, di elevata qualità e anche quantità.
Il portale “Irriframe” fornisce via computer o per sms l’indicazione agli agricoltori su quando e quanto irrigare; l’indicazione si basa su dati del bilancio idrico suolo/pianta/atmosfera e sulla convenienza economica dell’intervento irriguo; si può ottenere un risparmio fino al 25% del fabbisogno idrico.

Il progetto IRMA“Efficient Irrigation Management Tools for Agricultural Cultivations and Urban Landscapes” è un Programma di Cooperazione Territoriale tra Italia e Grecia che vede coinvolte tre istituzioni italiane (Regione Puglia, CNR-ISPA e INEA) e tre istituzioni greche (TEIEP, ROEDM e AEPDE). Finanziate all’interno del programma European Regional Development Fund (ERDF). L’obiettivo principale del progetto consiste nel favorire lo scambio di conoscenze tra i partner, attraverso lo sviluppo di strumenti pratici nel campo della gestione dell’irrigazione e della adozione guidata di nuove pratiche, e la condivisione di esperienze scientifiche in settori specifici dell’irrigazione (serricoltura, colture di pieno campo, verde pubblico, utilizzo di acque salmastre e reflue).

Il progetto FLOW-AIDche ha visto la partecipazione dell’Università di Pisa ha messo a punto a Pistoia un prototipo per l’irrigazione di precisione di piante ornamentali coltivate in serra?. Il prototipo combina i sensori WET con i controllori di irrigazione. Il sensore misura la quantità di acqua e la salinità mentre i controllori analizzano i dati e quindi controllano sia la pompa dell’acqua sia del fertilizzante per una gestione ottimale. Questo approccio che porta a ottimi risultati è però praticabile solo in serre o in colture senza suolo, dove la precisione è anche particolarmente importante.

Il progetto WEAM4i (Water and energy advanced management for irrigation - Gestione avanzata di acqua ed energia per l’irrigazione) ha lo scopo di integrare nella gestione idrica l’aspetto acqua ed energia. Attualmente l’agricoltura assorbe circa il 70% del consumo totale di acqua nei paesi del bacino mediterraneo. Le innovazioni per una migliore gestione dell’irrigazione hanno portato ad una maggiore efficienza della risorsa idrica ma hanno implicato un aumento di risorse energetiche. L’energia ha un costo che a volte viene ad incidere in maniera sensibile sulla gestione totale dell’irrigazione. WEAM4i cerca di dare risposte valutando ed integrando questi due aspetti. Si fanno spazio sistemi di irrigazione funzionanti con fonti energetiche rinnovabili.

Il progetto INAPRO (Innovative model & demonstration based water management for resource efficiency in integrated multitrophic aquaculture and horticulture systems - Modello innovativo e dimostrativo per la gestione efficiente delle acque in un sistema integrato multitrofico di acquacoltura e orticoltura) ha lo scopo di combinare le produzioni ittiche e vegetali in un sistema acquaponico dove il ciclo dell’acqua deve essere chiuso, le acque reflue ridotte, l’efficienza energetica potenziata, i nutrienti recuperati e le emissioni di CO2 abbassate.
L’approccio innovativo di INAPRO è proprio quello di raggiungere una produzione di cibo sostenibile e ad emissioni quasi zero. Infatti un sistema combinato di acquacoltura (allevamento ittico) e idroponico (coltivazione di piante in acqua fuori terra) costituisce un buon esempio di sistema acquaponico. L’acqua di scarico dell’acquacoltura è impiegata nell’irrigazione delle piante e in questo modo si risparmia acqua, si recuperano materiali e nutrienti dalle acque di scarico dell’acquacoltura, si abbassa l’impronta di carbonio e si minimizzano le richieste d’energia e i costi gestione.

Vedi allegati qui sotto


vai a  Indice generale