Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

II 2.2 Obiettivi dell’irrigazione

II.2. 2  Obiettivi dell’irrigazione

L’irrigazione organizzata interviene per porre rimedio a condizioni di “stress” che possono essere causate da:

  • deficit idrico
  • adattamento dell’ambiente alle esigenze delle colture (coltivazione colture esotiche)
  • riduzione della dipendenza delle produzioni dalla variabilità climatica
  • modifica caratteristiche microclimatiche

L’irrigazione umettante può rispondere a diverse esigenze, infatti si parla di irrigazione normale se già prevista nel piano di coltivazione, ma, condizioni climatiche avverse, possono portare alla necessità di effettuare un’irrigazione di soccorso. Infine si può prevedere un’irrigazione ausiliaria per favorire lo svolgimento regolare delle prime fasi post semina/post trapianto.

Il sistema di irrigazione può anche servire ad duplici scopi, che vanno cioè oltre la semplice irrigazione. Esistono infatti sistemi di:

  • Fertirrigazione
  • Irrigazioni liscivianti
  • Irrigazione climatizzante
  • Irrigazione antiparassitaria
  • Irrigazione sussidiaria

Con la dicitura sistema di irrigazione si indica la modalità di distribuzione dell’acqua sul terreno, mentre con metodo si indica, all’interno del sistema, la sistemazione dell’appezzamento irriguo o la tecnica di distribuzione dell’acqua. Il tipo di sistema di irrigazione è frutta di una scelta che tiene in considerazione: la giacitura, quantità e qualità dell’acqua disponibile, la coltura beneficiaria del sistema e infine i costi.

L’impiego di sistemi di irrigazione ha un impatto ambientale non trascurabile, infatti a differenza delle precipitazioni, che interessano tutto il territorio, l’irrigazione interessa solo una parte, inoltre l’acqua irrigua contiene sali mentre la pioggia praticamente no. Questa modificazione comporta un’alterazione del complesso di scambio, nonché un’alterazione della permeabilità e struttura del suolo.

Vedi allegato qui sotto


vai a  Indice generale