Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

Ecomondo 2018

06/11/2018 to 09/11/2018
Fiera di Rimini

In concomitanza con KEY Energy
 


I grandi temi della Green & Circular economy al centro degli eventi internazionali della 22a edizione di Ecomondo

L’OCSE direttamente in campo con la conferenza sulla Circular Bioeconomy: La Strategia Europea sulla plastica e le problematiche dei rifiuti marini (marine litter) tra i focus, in collaborazione con Legambiente, Enea, PlasticsEurope, Corepla, Assobioplastiche, Federchimica.


Aggiornamento 16 ottobre 2018

A supporto delle imprese Italiane, che puntano ad investire nei paesi emergenti nell’area MENA (Middle East North Africa), sono stati organizzati eventi e iniziative, tra cui un Focus dedicato al Marocco, paese fortemente proteso verso lo sviluppo delle energie rinnovabili, che si celebrerà giovedì 8 novembre, a Key Energy, nella cornice del convegno internazionale Rinnovabili nel Mondo. La sessione Marocco sarà un’occasione imperdibile per venire a conoscenza delle migliori opportunità e aree di intervento in cui investire. Organizzato da RES4MED&Africa, associazione che promuove lo sviluppo su larga scala delle soluzioni di energie rinnovabili nell’area del Mediterraneo Meridionale e nei Paesi africani e subsahariani, all’incontro è annunciata la presenza di H.E. Mr. Hassen Abouyoub, Ambasciatore marocchino in Italia, e di Roberto Vigotti, Segretario Generale di RES4MED&Africa.

“Il Marocco è il primo Paese su cui ci siamo focalizzati come RES4Med – spiega Vigotti - e nel corso di pochi anni sono già evidenti i progressi ottenuti. Diversi sono i motivi che spingono il Marocco verso le rinnovabili: dal desiderio di superare il bisogno di importare combustibili fossili dall'estero e sfruttare le fonti di energia pulita del territorio, alla volontà di contrastare il cambiamento climatico. Il risultato non cambia: il Marocco è determinato nelle sue scelte e si sta ponendo sempre più come modello, come avremo modo di approfondire nella giornata dedicata nell'ambito di Key Energy”.

Se in Europa si registra infatti una ripresa del settore grazie agli obiettivi 2030, nei Paesi dell’area meridionale del Mediterraneo avanzano progetti, iniziative e politiche altrettanto virtuose. Le prospettive del Marocco sono interessanti. Il Paese mira a raggiungere con le energie pulite il 52% della produzione elettrica entro il 2030, con investimenti che il Ministro dell’Energia Aziz Rabbah ha stimato in 40 miliardi di dollari. Il Marocco, pur dipendendo largamente dai combustibili fossili per la generazione elettrica, è fortemente lanciato nello sviluppo delle rinnovabili, come dimostra la centrale solare di NOOR da 160 MW e il parco eolico Khalladi da 120 MW che, insieme ad altri impianti, porteranno alla fine di quest’anno la potenza verde a 800 MW.

Nella sessione del Marocco verranno inoltre trattati i temi di liberalizzazione del mercato dei cavi LV e MV con la partecipazione di autorevoli relatori, in rappresentanza di importanti aziende del settore tra cui Veronica Lenzi, Policy and Content Manager MedREG Secretariat, Giovanni Simoni, CEO Kenergia, Gianluca Biscotti, Founder BFP Group, e società come Principal Consultant Poyry, Siemens Gamesa. Modera Michele Porri, Head of Business Development Africa, Enel Green Power. In chiusura, l’incontro sui principali drivers per l’innovazione nel settore dell’energia, con la partecipazione di Enel X e di aziende riconosciute nel settore dell’energia e della mobilità elettrica.

 

Aggiornamento 8 novembre 2018

Tra i relatori anche Paolo Bray, Fondatore e Direttore di Friend of the Sea,organizzazione internazionale per la tutela degli ecosistemi marini, e diversi rappresentanti delle istituzioni pubbliche italiane ed europee, del mondo della ricerca e del terzo settore.