Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

5. Agricoltura biologica

L’agricoltura biologica indica un modo di coltivare che rispetta i naturali cicli di vita, minimizza l’impatto dell’intervento umano sull’ambiente e opera nel modo più naturale possibile in accordo con i seguenti principi:

  • rotazione delle colture in modo da impiegare al meglio le risorse del territorio;
  • restrizione nell’impiego di sostanza di sintesi (pesticidi, fertilizzanti …);
  • divieto di coltivare OGM
  • impiego di risorse locali, quali letame, prodotte possibilmente all’interno della stessa azienda agricola;
  • allevamenti all’aria aperta con animali liberi di muoversi e alimentati con mangimi organici;
  • le pratiche di allevamento si devono differenziare a seconda della specie animale allevata.

Nel principio dell'agricoltura biologica la lotta a parassiti, infestanti e malattie viene effettuata cercando di rispettare l'ecosistema. Infatti, si parte dal presupposto che le infestanti vengano normalmente attaccate dai loro nemici naturali, quindi in natura esistono degli equilibri tra infestanti, malattie e i loro nemici naturali, in questo modo le piante vengono "protette" da infestanti e malattie. In un sistema di coltivazione tradizionale questo principio viene alterato e non essendoci più abbastanza nemici naturali per controllare infestanti e malattie, le colture vengono danneggiate. Il controllo biologico prevede il rilascio di nemici naturali in modo da ripristinare l'equilibrio e ottenere piante sane in quanto c'è stata una naturale soppressione delle infestanti e delle malattie.

Principi dell'agricoltura biologica
Crediti immagine: Progetto Biocomes

 

La possibilità di combattere insetti e malattie con alternative biologiche è un fattore di primaria importanza anche perché altri studi hanno dimostrato come sia difficile che i parassiti sviluppino resistenza ai prodotti impieganti controlli biologici. Le aziende produttrici di fitofarmaci e gli enti di ricerca sono alla continua ricerca di prodotti idonei per il bio-controllo delle infestanti. In generale la ricerca si basa sull'osservazione e analisi dell'ecosistema per vedere chi, cosa e come naturalmente si oppone a parassiti e malattie. Una volta individuati i nemici naturali, questi vengono selezionati e riprodotti in modo che siano disponibili per essere commercializzati.

Principi di selezione del nemico naturale
Crediti immagine: Progetto Biocomes

Al momento soltanto il 3.5% delle coltivazioni mondiali sono di tipo biologico. Una via di mezzo è rappresentata dal controllo integrato, ora obbligatorio anche in Italia, dove l'uso di pesticidi è limitato e controllato.

Agricoltura biologica e controllo integrato
Crediti immagine: Progetto Biocomes

Martedì, 28 Ottobre, 2014