Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

“Percorsi Sostenibili – Direttiva Single-use Plastics: pro e contro”.

26/09/2019
Milano, presso la Sala delle Colonne di Banco BPM, via San Paolo 12

La Direttiva SUP al centro del convegno.
L’evento è parte del ciclo di convegni ideati e promossi dalla start-up NSA srl e Nonsoloambiente.it


Nel corso dell’evento, organizzato in collaborazione con Banco BPM e patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, i referenti di aziende operanti nel mondo della produzione e del riciclo della plastica si confronteranno sulle ultime novità legislative del settore, prima tra tutte la Direttiva 2019/904 (detta anche Direttiva Single-use Plastics - SUP). L’obiettivo dell’evento è quello di creare un momento di confronto sul problema dell’inquinamento da plastica e sulle soluzioni che il legislatore e tutti gli attori della filiera stanno adottando per affrontarlo, sia a livello nazionale che europeo.

Oltre alle aziende, si parlerà anche dei consumatori con Fabrizio Masia, Direttore Generale & Partner di EMG Acqua, che presenterà una ricerca, condotta su un campione di 2000 utenti, incentrata sulla raccolta differenziata e sul riciclo della plastica. Andrea Gallo, Publisher di FASI.biz, condividerà invece un intervento sui vari fondi e finanziamenti nazionali e internazionali disponibili per il settore.

 A seguire, alcune associazioni di categoria esporranno il proprio punto di vista sul problema dell’inquinamento e sulle azioni intraprese finora, portando case study a supporto delle loro posizioni. Tra le associazioni presenti ATIA ISWA e FISE Assoambiente, che raggruppano gli attori del settore della gestione dei rifiuti a livello europeo e nazionale, l’Associazione Italiana Polistirene Espanso (AIPE), che parlerà dell’economia circolare legata all’EPS, e Marevivo, associazione ambientalista impegnata nella lotta all’inquinamento.

 La giornata si chiuderà con un momento di dibattito e confronto. La tavola rotonda permetterà di comprendere l’impatto che la Direttiva SUP avrà sulle imprese e sull’ambiente, le soluzioni e le tecnologie disponibili o in fase di sperimentazione, e le future possibilità di sviluppo del settore.