Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

“InfoBIOGAS”

23/05/2019 to 24/05/2019
Affi (Verona)

I principali attori del settore dei trasporti sono sempre più convinti che il biometano, il gas naturale derivato da rifiuti organici industriali e agricoli, assumerà un ruolo  di primaria importanza tra i carburanti del futuro. Il biometano infatti supera il confronto con i combustibili fossili e i motori elettrici dal punto di visto ecologico, economico ed energetico. durante il convegno gli esperti del settore si confronteranno sul tema. Saranno presenti i rappresentanti di tutti i compartimenti dei trasporti: da quello automobilistico a quello pesante su gomma passando per il trasporto navale, aeronautico e sportivo. A organizzare questo importante appuntamento è BTS Biogas, azienda con sede a Brunico leader nella progettazione, produzione e costruzione di impianti di biogas e biometano.
 
I dati parlano chiaro: “Un veicolo alimentato a biometano emette meno di 5 grammi di CO2 per chilometro, veicoli alimentati con alti tipi di combustibile ne emettono fino a 130 grammi per chilometro. Inoltre con il biometano si può ridurre fino al 95% delle emissioni di monossido di carbonio e ossido di azoto rispetto ai veicoli alimentati a diesel”, spiega Michael Niederbacher, Amministratore Delegato di BTS Biogas. Dopo lo scandalo  del diesel, il biometano potrebbe giocare un ruolo importante come alternativa “green”, soprattutto perché i veicoli elettrici devono ancora far fronte a problemi non risolvibili nel breve termine. Niederbacher è convinto che la tecnologia a biometano possa
 diventare un fattore chiave per il trasporto sostenibile, in particolare per il trasporto pesante su gomma.