Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

UNWASTEABLE, un progetto di ricerca sviluppato da un gruppo di studenti dell’Università degli studi dell’Insubria

8 Giugno, 2018

Un Progetto di imprenditorialità per il recupero e il riciclo della plastica e specifiche iniziative di sensibilizzazione per i giovani e la collettività.


UNWASTEABLE è il titolo del progetto di ricerca sviluppato da un gruppo di studenti dell’Università degli studi dell’Insubria per un sistema più efficiente del recupero e del riciclo delle plastiche. Si collega al tema di quest'anno della "Giornata mondiale dell'ambiente" festeggiata il 5 giugno,  la lotta alla plastica monouso.

 L’idea progettuale di UNWASTEABLE – nel breve e medio termine –si articola in due obiettivi primari:

  • costituire una start-up o un’associazione che si occupi del ritiro e dello smaltimento delle plastiche, avvalendosi anche di alcune partnership sul territorio, ad esempio con reti di cooperative sociali o consorzi di smaltimento rifiuti;
  • avviare un’attività di sensibilizzazione sui temi del riciclo e della raccolta differenziata, all’interno del Campus universitario di Bizzozero a Varese e nelle scuole della Provincia.

UNWASTEABLE è stato presentato lo scorso 1° giugno a Trento, nell’ambito della “Enactus National Competition” di Enactus Italia. Il team Enactus Insubria si è costituito a fine 2017 aggregando 18 studenti provenienti da diversi corsi di laurea dell’Ateneo, in una logica di trasversalità e “contaminazione” di specifiche conoscenze e competenze.
Gli studenti che hanno partecipato alla seconda edizione della “Enactus National Competition”, seguiti dai professori Alfredo Biffi e Andrea Uselli, in qualità di Faculty Advisors, hanno sfidato i team di altri 6 Atenei italiani. Sono stati autori di una eccellente presentazione, che ha riscosso importanti apprezzamenti da parte della giuria, costituita da qualificati esponenti del mondo degli affari, e hanno ricevuto utili suggerimenti per la realizzazione delle fasi operative del progetto.

Segui il progetto su facebook EnactusInsubria