Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

Progetto MADRE. A Bologna il punto sull’agricoltura metropolitana nell’area del Mediterraneo

19 Luglio, 2017

Avviato a febbraio 2017, il progetto MADRE (Metropolitan Agriculture for Developing an innovative, sustainable and Responsible Economy) intende promuovere l'agricoltura metropolitana quale mezzo per lo sviluppo di un'economia sostenibile, innovativa e responsabile. Fino a luglio 2018 i partner dell’iniziativa saranno impegnati nell’individuazione e nell’attivazione di politiche e buone pratiche utili alla diffusione di questo tipo di agricoltura.

Co-finanziato dal Programma Interreg MED e dal Fondo europeo di sviluppo regionale FESR, il progetto MADRE vede il coinvolgimento di sei grandi aree metropolitane - Bologna, Barcellona, Marsiglia, Montpellier, Salonicco e Tirana - della zona del Mediterraneo (Francia, Italia, Grecia, Spagna e Albania).
I partner sono: AViTeM - Agenzia per le Città e i Territori Sostenibili del Mediterraneo di Marsiglia, ente capofila del progetto; ANIMA Investment Network; CIHEAM-MAIM - Centro Internazionale di Studi Avanzati sull’Agronomia del Mediterraneo - Istituto di Agronomia di Montpellier; MedCities - Network Mediterraneo per lo Sviluppo Urbano Sostenibile di Barcellona, l’Università “Aristotele” di Salonicco e l’Università Agraria di Tirana. A questi si aggiunge, unica realtà italiana, la Città metropolitana di Bologna, che il 4 luglio scorso ha ospitato i partner del progetto MADRE a Palazzo Malvezzi.

Durante questo incontro i referenti del progetto MADRE, provenienti dai cinque Paesi europei interessati, hanno presentato i risultati delle loro prime ricerche ed evidenziato i possibili punti di forza e di debolezza per l’applicazione di un modello concreto di agricoltura urbana e peri-urbana nei rispettivi territori, ponendo in questo modo le basi per l’individuazione di buone pratiche e metodologie di lavoro condivise.

Maggiori informazioni nel comunicato Stampa allegato