Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

Pesticidi e colture protette: consultazione EFSA su linee guida per valutazione del rischio

La consultazione pubblica, promossa dall'EFSA, riguarda la bozza di guida relativa ai metodi di classificazione dell'impatto ambientale derivante dalle emissioni di sostanze attive dai prodotti fitosanitari. In particolare, il documento evidenzia che il trattamento di colture protette (coltivazioni in serra e sotto copertura), sia al suolo sia fuori terra, con determinati prodotti fitosanitari potrebbe provocare il rilascio di sostanze attive inquinanti.
Si vuole analizzare il suolo, l’acqua superficiale e sotterranea, e l’aria. Ci sono riferimenti precisi di come e quando la coltura protetta sia da assimilare a quella all’aperto, mentre la coltura svolta in strutture permanenti viene trattata a parte e segue il regolamento comunitario EU 35 n. 546/2011, dove sono presi in considerazione solo i pesticidi persistenti.
I modelli di riferimento per predire l’andamento dei residui di pesticidi sono quelli indicati e/o messi a punto all’interno del progetto FOCUS (FOrumforthe Co-ordination ofpesticidefate models and theirUSe)
Di diretto interesse della bozza sono tutti i residui attivi e i loro metaboliti, entità microbiologiche, compresi funghi e virus, cellulari o non cellulari, capaci di trasmettere materiale genetico. Data la complessità dei calcoli e dei parametri da prendere in considerazione, non sempre i modelli matematici sono in grado di proporre lo scenario più corretto, da qui la conseguente richiesta di apporti, scientifici e non, da parte di tutti i soggetti interessati.
Le modalità di valutazione del rischio delle emissioni sono da ricondurre al
 Regolamento (CE) n. 1107/2009 (relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari).
Le linee guida forniranno orientamenti su come e quando effettuare la valutazione delle emissioni nel suolo, nelle acque di superficie, nelle falde acquifere e nell'aria. Inoltre vengono esaminati gli elementi che andrebbero utilizzati negli scenari di esposizione per la valutazione del rischio, sia per le coltivazioni in terra sia per quelle senza terra.
L’obiettivo della consultazione è raccogliere i commenti della comunità scientifica e di tutte le parti interessate,
che potranno essere inoltrati soltanto online al seguente link entro e non oltre il 30 luglio 2013: http://registerofquestions.efsa.europa.eu/roqFrontend/consultation/doc/5.
Il format è disponibile soltanto in lingua inglese.
EFSA invita gli interessati a usare esclusivamente il modello elettronico fornito in rete per sottoporre i commenti e a fare riferimento al numero di pagina e di riga che si vuole commentare.
Fa, inoltre, notare che non verranno considerate osservazioni sottoposte dopo la data di scadenza della consultazione, presentate in forme diverse dal modello e dalle istruzioni, che contengano denunce di istituzioni o accuse personali o, ancora, siano collegate a aspetti di gestione politica, fuori dagli scopi dell'attività di EFSA.
EFSA, invece, si impegna a valutare tutti i commenti di parti interessate sottoposti secondo i criteri su esposti, a tenerli in considerazione, se validi e pertinenti e a pubblicarli, in forma anonima se personali, con il nome del soggetto presentatore se avanzati da organizzazioni.

Il testo integrale della bozza, disponibile solo in lingua inglese, è visibile al seguente link: http://www.efsa.europa.eu/it/consultations/call/130604.pdf.
All'interno della stessa sono considerate alcune realtà produttive, per esemplificazione, di cui una italiana di coltivazione di pomodoro.

Altri link di interesse sull’argomento:
http://www.efsa.europa.eu/it/press/news/130604.htm

http://www.efsa.europa.eu/it/consultations/call/130604.htm

Fonte: EFSA