Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

I.1.8c Adsorbimento dei minerali

I nutrienti disciolti, spesso, si legano alle particelle di argilla presenti nel suolo. Ciò accade perché le particelle hanno, sulla loro superficie esterna, uno strato di ioni carichi negativamente, chiamati anioni.

Per poter raggiungere un equilibrio elettrico, è necessario che ci sia uno strato di ioni con carica positiva, detti cationi, nell’acqua del suolo circostante. Questi ioni positivi ricoprono le particelle di argilla: sono adsorbiti sulla loro superficie. Questo fenomeno avviene quando una sostanza aderisce alla superficie di un’altra con la formazione di un sottilissimo strato.

I cationi comprendono diversi nutrienti delle piante, come ad esempio, il calcio, il magnesio, il potassio e il sodio. Ad una certa distanza dalle particelle di argilla, l’acqua del suolo conterrà una miscela equilibrata di cationi e di anioni, ma in prossimità di esse, si avranno più cationi che anioni.

Torna indietro