Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

"Alimenta2talent", i vincitori hanno presentato le loro imprese

Il progetto “Alimenta2talent”, che si è concluso lo scorso 12 dicembre a Milano con la presentazione e il lancio dei cinque finalisti, aveva preso avvio attraverso un invito internazionale di "Alimenta2Talent' all’inizio del 2013.
La Call, nello specifico, si rivolgeva a ricercatori/aspiranti imprenditori impegnati all'estero, o a ricercatori/aspiranti imprenditori italiani che volessero fare imprenditoria in Italia. Nello specifico venivano richiesti aspiranti imprenditori sotto i quarant'anni, con idee nel settore Agroalimentare e delle Scienze della Vita. Alla Call (invito a presentare idee progetto) hanno risposto 32 giovani ricercatori e aspiranti imprenditori da tutto il mondo, che hanno partecipato sia come singoli sia come team (32 team leader, di cui 9 donne; in totale 119 partecipanti, di cui 36 donne) scegliendo Milano quale sede e piattaforma del proprio progetto.
I progetti provenivano da Taiwan, Regno Unito, Svezia, Emirati Arabi, Olanda, Spagna, Svizzera, Brasile, Belgio, Sud Africa, Tunisia, USA, Francia e naturalmente Italia.

I progetti valutati positivamente alla prima selezione sono passati alla fase due, “Alimenta Accelerating Program”, il programma di accelerazione gratuito sviluppato con i migliori professionisti nel campo della creazione d'impresa e del business development del Parco Tecnologico Padano e sono stati sviluppati all’interno dell'Incubatore di Impresa Alimenta.

L’Incubatore d’Impresa Alimenta è proprio dedicato alle nuove imprese innovative nel settore delle agro-biotecnologie; suo obiettivo principale è infatti la creazione di start-up e spin-off per valorizzare i risultati della ricerca. L’azione di Alimenta consiste in:

  • supporto alla creazione dell'impresa: dall'analisi della fattibilità del progetto fino alla scrittura del business plan,
  • offerta degli spazi fisici in cui trasformare le idee in realtà,
  • un pacchetto completo di servizi che seguono la nuova impresa anche dopo la sua nascita, comprensivo di supporto nella fase organizzativa, consulenza giuridica e per la protezione della proprietà intellettuale, consulenza amministrativa e accesso ad infrastrutture di eccellenza per la ricerca.

Alla presenza dell’Assessore Cristina Tajani e di Renato Galliano del Comune di Milano, i cinque giovani imprenditori hanno presentato i loro progetti sviluppati con il supporto del Parco Tecnologico Padano, rappresentato dal direttore Gianluca Carenzo.
Le idee imprenditoriali dei giovani talenti ora cercano investitori pronti a scommettere. Scommettere sul prodotto e sulle persone in un ambito, quello dell’agroalimentare, sempre più importante in vista dell’appuntamento con Expo2015.

Le 5 idee vincitrici di Alimenta2Talent sono:

  1. Orange fiberun progetto imprenditoriale di moda volto alla creazione di tessili sostenibili da rifiuti di agrumi, utilizzando le nanotecnologie.
  2. Green4lifesi occupa della produzione e commercializzazione di prodotti a base di Spirulina, un cianobatterio con alto contenuto di proteine, sali minerali ed altri importanti elementi.
  3. NADAL(North Africa Diagnostics & Analysis Laboratories) importante progetto per la creazione di una piattaforma per il Mediterraneo per la fitodiagnostica e il fitosanitario.
  4. Flora Conservationuna società agricola per la produzione di piante erbacee autoctone per il verde ornamentale, i recuperi ambientali (es. cave, scarpate stradali), la fitodepurazione e l’edilizia sostenibile (tetti verdi, giardini verticali).
  5. Coffee Reloaded, è una nascente start up italiana che ha come mission principale il recupero e il riutilizzo di fondi di caffè in modo efficiente ed ecologico.

Risultano essere di particolare interesse per il mondo agricolo i progetti Nadal e Flora Conservation

Il Progetto Alimenta2talent

I finalisti  (video)