Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente

Informazioni

ØsterGRO: una fattoria sostenibile su un tetto di Copenaghen

13 Novembre, 2018

A Copenhagen, in Danimarca, c'è una fattoria urbana, piccolo modello di agricoltura sostenibile. È realizzata sul tetto di un edificio commerciale, si chiama ØsterGRO. Costituita inizialmente da un grande orto di 600 mq, ha visto poi aggiungersi un pollaio e un piccolo ristorante. L'esperienza orticola, avviata sul tetto per iniziativa di Kristian Skaarupe e inizialmente coordinata dall'architetto del paesaggio Sofie Brincker, si è poi avvalsa della professionalità dell’italiana Teresa Fresu, agronomo che ha svolto la tesi di agraria proprio sull'agricoltura urbana, alla scuola di paesaggio di Versailles (ENSP) e ha lavorato anche in Argentina su questo tema.
Dalle iniziali 16 famiglie del 2014 aderenti all'urban farm si è passati a 40 famiglie nel 2015, mentre oggi circa 200 iscritti sono in lista di attesa.  È stata creata anche una partnership con una azienda agricola periurbana, a sud di Copenaghen. Mentre Østergro si concentra sulla produzione di erbe aromatiche, insalate, verdura da taglio, fragole, pomodori e peperoncini, l’azienda agricola produce ortaggi "pesanti", cioè tuberi, carote, barbabietole, ecc. Si tratta di una produzione alimentare non tradizionale, resiliente, supportata dalla comunità di persone che condividono i canoni del Km zero. L'hardware, spiega Fresu, costituito dalla struttura edilizia, dal terreno, che utilizza anche il riciclo degli scarti organici prodotti sul tetto e dalle tecniche agronomiche, non conterebbe nulla senza il software: le persone che aderiscono e partecipano al progetto, una piccola comunità che si sposta in bicicletta trasportando sulle cargo bike la verdura ritirata nella fattoria.

La cronistoria e i particolari del progetto nel Pdf  “Agricoltura urbana a Copenaghen: la fattoria sul tetto” sotto allegato.


Fonte: Argav